mago biribissoLello tenta la fuga

Alla fine si decise e bussò. Bussò tre volte, fino a che il portone venne aperto, ciò che vide fu un salone scarsamente illuminato.
Come farò ora ad uscire da qui? Pensò il serpentello Lello, sperando di trovare qualche via d’uscita. Mentre guardava se c’era qualche buchetto attraverso il quale scappare, sentì delle voci provenire da una porticina che prima non aveva notato. Lello si avvicinò cautamente al buco della serratura e vi guardò dentro. Quello che vide non lo mise tranquillo. Chi parlava, era un omino che indossava uno strano vestito viola, aveva la testa a punta e dei ciuffi di capelli che partivano dal centro della fronte, era molto buffo e aveva un’espressione corrucciata, ma non riuscì a vedere con chi stesse parlando. Quello che però sentì dopo lo terrorizzò. L’omino infatti stava urlando: “Devi assolutamente impedire che quello sciocco serpentello arrivi dalla Regina Alla!”
“Ma eccellenza…” sentì rispondere una vocina tremante, “Ma eccellenza, sono riuscito a rubargli la busta!”, “Sciocco! non è sufficiente!, potrebbe ugualmente andare da Alla e riferirgli a voce il messaggio, Alla non deve uscire dal suo regno senza il mio permesso, e se lo dovesse fare, sarebbe solo per venire da me!” E, così dicendo aggiunse “Ora vai ed usa la tua tela per catturarlo!” E uscì sbattendo una porta che aveva alle spalle. Lello era sempre più inquieto, era proprio necessario scappare al più presto, ma dove? Finalmente, cercando, s’accorse di un buco nel muro, attraverso il quale si intravedeva una luce. Velocemente il serpentello strisciò e si arrampicò verso la piccola uscita. Quando  stava per raggiungere la fine dello stretto passaggio che lo avrebbe portato alla salvezza, vide un’enorme ragnatela, intessuta con fili lucenti  vibrare mossa da un venticello leggero. “Ora come farò? Povero me!” Bisbigliò tra sè Lello fermandosi giusto in tempo per non rimanere intrappolato alla tela, era chiaro che qualcuno stava aspettandolo e che non era certo un amico!…

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.